immagine infografica salute bambini e ragazzi toscaniIn questa infografica sono sintetizzati i dati più rilevanti sulla salute dei bambini e dei ragazzi in Toscana, raccolti in maniera più ampia ed approfondita nella pubblicazione La salute dei bambini e dei ragazzi in Toscana (2014).

E' buono in generale, rispetto all’Italia, il quadro di salute dei bambini e ragazzi della nostra regione. E lo stesso si può dire anche per i loro stili di vita: fanno più sport e si alimentano in modo più corretto (più frutta e verdura, meno dolci snack e salumi) rispetto ai coetanei italiani, con meno problemi di sovrappeso e obesità.

img infografica sostanze 2In questa infografica sono sintetizzati i dati più rilevanti sul consumo di sostanze, con un focus particolare sui giovani toscani (età 14-19 anni) così come vengono rilevati dall’indagine EDIT, lo studio multicentrico a cadenza triennale che l’ARS conduce dal 2005 su un campione di studenti delle scuole secondarie della Toscana. Nel 2011 sono stati quasi 5mila i ragazzi toscani intervistati.

salute di genereCon il termine “genere" si intende sostituire le categorie di "uomo" e "donna", definite in base a mere differenze biologiche, a favore di un'accezione più ampia delle similitudini e delle differenze che includa anche fattori ambientali, sociali, culturali e relazionali.

Questa infografica sintetizza alcuni dati salienti sulla salute di genere in Toscana, argomento già approfondito in un volume pubblicato nel 2013 dall'ARS in collaborazione con un gruppo di esperti e su iniziativa della Commissione permanente per le problematiche della medicina di genere del Consiglio sanitario regionale. Lo sviluppo di un approccio di genere alla salute dei cittadini è una delle sette azioni prioritarie della programmazione della Regione Toscana per il 2014.


edit studio 2015In questa infografica sono sintetizzati i dati più rilevanti dell’indagine EDIT “Epidemiologia dei determinanti dell’infortunistica stradale in Toscana”, raccolti in maniera più ampia e approfondita nel documento di sintesi Comportamenti alla guida e stili di vita a rischio nei ragazzi in Toscana – EDIT 2015 e presentati sul portale dedicato.

La salute dei ragazzi toscani non mostra segnali di peggioramento, anzi al contrario, sembra esistano alcuni cambiamenti in positivo, strettamente legati alla crisi economica.

La minore disponibilità economica fa sì che i ragazzi utilizzino meno i mezzi di locomozione con una conseguente riduzione degli incidenti stradali gravi e meno gravi. Si riducono i consumi di tabacco e di frutta e verdura; diminuiscono gli studenti in sovrappeso, restano stabili quelli che praticano attività sportiva e crolla la percentuale di chi gioca d’azzardo.
Rimangono stabili i consumatori di sostanze psicotrope, aumenta lo stato di distress e aumentano i ragazzi che hanno rapporti sessuali non protetti. Si conferma, inoltre, un consumo di bevande alcoliche concentrato nel weekend, con bevande ad alta gradazione alcolica e caratterizzato da episodi eccedentari.
infografica 2015 La salute di genere in ToscanaQuesta infografica sintetizza gli ultimi dati salienti sulla salute di genere in Toscana, in italiano e in inglese.
Questo argomento era già stato approfondito in un volume pubblicato nel 2013 dall'ARS in collaborazione con un gruppo di esperti e su iniziativa della Commissione permanente per le problematiche della medicina di genere del Consiglio sanitario regionale.
Nel 2015 è stata inoltre pubblicata una sintesi del volume in inglese.

Lo sviluppo di un approccio di genere alla salute dei cittadini è stata una delle sette azioni prioritarie della programmazione della Regione Toscana per il 2014.
img infografica carcere 2Questa infografica riporta i principali dati raccolti nel 2014 sulla salute dei detenuti in Toscana. L'indagine del 2014 è la messa in atto di un progetto multicentrico di cui la Regione Toscana si era fatta promotrice nel 2012 nell'ambito delle progettualità finanziate dal Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie (CCM), al quale hanno partecipato 6 regioni italiane: Toscana, Lazio, Umbria, Veneto, Liguria e Azienda sanitaria di Salerno. L'Agenzia regionale di sanità della Toscana ha recentemente pubblicato un volume con i dati italiani e toscani del progetto.

L'infograficasui risultati toscani rappresenta in particolar modo le più diffuse patologie all'interno delle carceri. I detenuti in Toscana risultano affetti prevalentemente da disturbi di natura psichica che, infatti, costituiscono ben il 35,0% delle diagnosi. A questi fanno seguito le malattie infettive e parassitarie con l’11,3% dei e le malattie dell’apparato digerente, con il 9,9%.