11/5/2018

Allo stand della Regione Toscana la presentazione del nostro volume, che coniuga l’interesse mediatico sulle tradizioni alimentari toscane con l’attenzione crescente ai valori salutistici dei comportamenti alimentari.

16/4/2018

Interverranno l'assessore regionale alla salute Stefania Saccardi e Fabio Voller, coordinatore dell'Osservatorio di epidemiologia dell'ARS.

20/1/2018

Il volume coniuga l’interesse mediatico sulle tradizioni alimentari toscane con l’attenzione crescente ai valori salutistici dei comportamenti alimentari.

15/1/2018

Il progetto editoriale è stato promosso e coordinato dall’Agenzia regionale di sanità, su mandato della Presidenza della Regione.

27/9/2017

Le scelte alimentari quotidiane condizionano non solo lo stato di salute, ma anche la qualità dell’ambiente. In generale, al crescere della complessità della filiera alimentare aumenta anche l’impatto ambientale.

22/4/2017

Nel livello più basso i cibi da consumare più spesso, mentre man mano che si salgono i gradini quelli da consumare con minor frequenza.

19/12/2016

L’annuale Relazione al Parlamento sulla celiachia, giunta alla nona edizione, fornisce le informazioni più aggiornate e complete sulla patologia in Italia e nelle regioni, ad uso di pazienti, familiari, operatori e decisori.

27/4/2016

La Piramide alimentare toscana è la prima e unica iniziativa esistente che declina in ambito regionale prodotti e abitudini per una alimentazione corretta, in linea con le caratteristiche culturali e con le tradizioni alimentari della regione.

19/4/2016

Dal 2010 l’ARS ha istituito al suo interno l’Osservatorio crisi e salute, con il quale sta cercando di misurare l’impatto della recessione sugli stili di vita e sul ricorso ai servizi sanitari da parte dei residenti in Toscana.

1/2/2016

La presentazione illustra un progetto ambizioso, quello di creare il ricettario dei prodotti tipici toscani tra salute ed economia. ARS è alla guida di un gruppo di lavoro regionale in collaborazione con Regione Toscana.

11/2/2015

L’adolescenza rappresenta un periodo sensibile e critico, in cui i soggetti sono più vulnerabili rispetto ad alcuni comportamenti a rischio, in particolare quelli alla guida dei mezzi. A sua volta, l’infortunistica stradale è correlata con determinati fattori di rischio molto spesso riconducibili a scelte comportamentali quali l’uso di sostanze psicotrope, i comportamenti sessuali, il bullismo, etc. Per intervenire con efficaci azioni di prevenzione e dunque buoni esiti di salute, sono necessarie informazioni affidabili e ripetute nel tempo.

1/9/2014

Obiettivo della PAT: migliorare la consapevolezza dell’importanza del valore salutistico dei cibi nelle filiere alimentari toscane

7/6/2013

All'evento, organizzato dall'Università di Firenze in collaborazione con Nutrimedifor, l'ARS interverrà con il direttore Francesco Cipriani.

26/2/2013

La dieta mediterranea  riduce del 30% il rischio di infarto ed ictus.

2/1/2013

Da tempo la dieta mediterranea viene considerata come un regime alimentare ottimale per il mantenimento della salute e la prevenzione delle malattie croniche, ma in tempi di crisi economica può risultare difficile seguire le nostre tradizioni alimentari.